CISTERNA DI LATINA – La Top Volley Cisterna cade in casa dell’Allianz Milano (3-1) e incappa nella nona sconfitta stagionale nel campionato di Superlega, la quinta consecutiva dopo la vittoria del derby laziale contro Sora. Alla luce di questo risultato i pontini restano fermi a sette punti, in zona pericolo, in vista dell’ultima partita del girone d’andata in programma domenica prossima, 22 dicembre, a Cisterna contro Piacenza che è un vero e proprio scontro diretto in chiave salvezza. “Abbiamo subìto degli stop troppo lunghi in parziali che stavamo giocando discretamente e quelle situazioni ci hanno penalizzato influendo sul risultato finale – ha spiegato coach Lorenzo Tubertini a fine match – Dobbiamo imparare a uscire più velocemente da queste situazioni che per noi poi diventano complicate. Tutte le partite per noi, indipendentemente dall’avversario, sono fondamentali perché mettono in palio punti e noi dobbiamo avere uno stile che ci permetta di andare a caccia di questi punti. Quando i risultati non arrivano, si fatica a trovare la giusta fiducia, ma il campionato è così, è necessario che ci strutturiamo e sappiamo che dobbiamo stare uniti nella sofferenza per riuscire a conquistare qualcosa”. 

Meglio l’Allianz Milano in tutti i fondamentali (57% in attacco contro il 44% del Cisterna), più incisivi i padroni di casa con la battuta (otto aces contro i cinque dei pontini) con Nimir Abdel Aziz che ha realizzato da solo ben 29 punti (52%) che ha trascinato i suoi spingendoli fuori dai guai nei momenti cruciali del match, dall’altra parte della rete ha risposto Patry che, con 17 punti (39%), è stato il miglior realizzatore della Top Volley.

A Milano Coach Lorenzo Tubertini schiera la sua Top Volley Cisterna con Sottile in palleggio e Patry opposto, di banda ci sono Palacios e Van Garderen, al centro Szwarc e Rossi con Cavaccini libero
La Top Volley Cisterna cede il primo set 25-18 con i padroni di casa che riescono a dare la svolta al parziale dal 21-18, quando coach Piazza chiama il time-out per interrompere il break dei pontini: Patry viene murato da Petric, poi si presenta Abdel Aziz dalla linea dei nove metri e piazza due aces di fila che permettono ai suoi di crescere fino al 24-18, poi il punto che chiude i conti arriva al termine di uno scambio lunghissimo con una magia di Petric che da posto quattro fa carambolare la palla sul muro pontino. Quattro battute sbagliate dalla Top Volley e qualche errore di troppo in fase di attacco mentre Milano ha trovato tre aces (e due errori) con una percentuale in attacco più alta (62% contro il 57% della Top Volley). Clevenot ha messo a referto 7 punti nel primo parziale, Abdel Aziz 6 con Patry e Palacios che ne hanno realizzati quattro ciascuno.

La partita torna subito in equilibrio con la Top Volley che vince con determinazione il secondo spicchio di gara: il 24-26 è frutto soprattutto della costanza della formazione di coach Tubertini che ha saputo anche soffrire restando aggrappata, in scia a Milano (12-10, 16-14, 18-16) fino all’aggancio arrivato sul 18 pari: da quel punto s’è giocato sempre punto a punto fino al momento in cui Abdel Aziz ha estratto dal cilindro il 23-22 che ha portato alla chiamata del time-out dalla panchina pontina. Al ritorno in campo il capolavoro: pipe di Van Gardener (23-23), poi una cannonata dai nove metri di Szwarc che ha portato all’invasione di Sbertoli (23-24) preludio al 24-26 di Palacios arrivato dopo il primo set point sbagliato da Szwarc che, forzando, ha scagliato out il suo servizio. Sette i punti personali di Palacios, il migliore dei pontini, mentre dall’altra parte della rete il solito Abdel Aziz ha replicato con altri sette punti, gli stessi del primo set.

Il terzo parziale è di Milano (25-17) che dal 12 pari in poi può contare su Abdel Aziz autentico protagonista: l’olandese riesce a realizzare otto punti nel set con il 62% in attacco. Lo strappo di Milano arriva dopo il 13-13 di Kozamernik che manda al servizio Petric che è incisivo dai nove metri e manda in tilt la ricezione dei pontini che permette ai meneghini di trovare una raffica di cinque punti fino al 18-13 con Abdel Aziz letteralmente scatenato e servito con costanza da Sbertoli. Il 20-14 arriva ancora una volta con l’olandese Abdel Aziz che sistematicamente trova il campo o le mani del muro nel suo personale spettacolino che trascina letteralmente Milano avanti fino al 21-14. Abdel Aziz non si ferma in nessun modo, Gironi batte a rete (23-17) poi chiude i conti Clevenot con l’ace del 25-17.

Sotto 2-1 la Top Volley Cisterna deve per forza vincere il quarto parziale ma la rimonta non riesce perché i padroni di casa chiudono 25-22 con quattro match-point annullati dalla Top Volley Cisterna con ben due aces di Van Garderen prima del punto decisivo in contrattacco di Abdel Aziz che ha chiuso la partita con 29 punti personali. Il quarto set si apre con Milano avanti 6-1 con ben tre aces in sequenza di Abdel Aziz che continua a tenersi tutta la squadra sulle spalle, ancora un ace di Milano (9-2) stavolta con Petric che in pipe regala ai suoi anche il 10-2. La Top Volley è sotto di nove punti sul 14-5 ma i pontini riescono con pazienza a ricucire lo svantaggio e dopo un turno di battuta di Szwarc arrivano al 16-10 prima del time-out milanese che induce Szwarc all’errore sulla battuta successiva. Sul 17-11 è il momento di Patry che forza moltissimo portando la Top Volley a ricucire fino al 17-14 (-3) momento in cui Piazza chiama un altro time-out che poi induce all’errore l’opposto francese che al rientro sbaglia il servizio (18-14). Milano sembra in controllo, Abdel Aziz continua a macinare punti, si arriva fino al 24-18 quando il turno al servizio di Van Garderen porta la Top Volley ad annullare quattro palle match (con due aces) fino al punto finale che porta la firma di Abdel Aziz.

Riccardo Sbertoli (Allianz Milano): “Era importante vincere e lo abbiamo fatto. Non era scontato contro un avversario come Cisterna di Latina che ha dimostrato di poter essere difficile da affrontare. Abbiamo fatto una prova di squadra e siamo riusciti a trovare un’ottima prova soprattutto con i nostri attaccanti. Il successo di oggi ci permette di approcciare bene una settimana che per noi sarà ricca di partite: le prime due di Challenge che non dovremo sottovalutare e poi il 22 contro Verona. Vogliamo chiudere bene, è una gara che dovremo vincere se vogliamo sperare in qualcosa di più”.

ALLIANZ MILANO – TOP VOLLEY CISTERNA 3-1
ALLIANZ MILANO: Abdel Aziz 29, Hoffer, Kozamernik 8, Izzo, Sbertoli 2, Petric 15, Gironi 7, Okolic 3, Clevenot 14, Pesaresi (lib.). Ne: Basic, Alletti, Weber. All. Piazza
TOP VOLLEY CISTERNA: Peslac, Szwarc 4, Cavaccini (lib.), Van Garderen 9, Sottile, Patry 17, Karlitzek 2, Elia, Rossi 8, Palacios 15. Ne: Rossato, Rondoni. All. Tubertini
Arbitri: Braico (Orbassano) e Goitre (Collegno)
Parziali: 25-18 (25’), 24-26 (31’), 25-17 (25’), 25-22 (29’)
Statistiche: Milano: ricezione 42% (13%), attacco 57%, aces 8 (err.batt. 16), muri pt. 7; Cisterna: ricezione 40% (25%), attacco 44%, aces 5 (err.batt. 15), muri pt. 6;
Spettatori: 1.605
MVP: Abdel Aziz (Allianz Milano)

— 
Giuseppe Baratta
marketing and communication manager of Top Volley Cisterna
phone +39 335 8334331
phone2 +39 393 9634990
marketing@top-volley.it
Twitter/Instagram @giuseppebaratta
www.giuseppebaratta.it

Top Volley Cisterna
Italian volleyball Superlega team www.top-volley.it
operational headquarters
via Don Morosini 125 – 04100 Latina (ITALY)
phone +39 0773 284256 | fax +39 0773 284835

La Top Volley Cisterna cade a Milano (3-1) in casa dell’Allianz Milano Giuseppe Baratta
count: 1, uri: https://www.grubitalia.it/grgadv/get-adv-link.php
Share This