PADOVA – “Le parole fanno più male delle botte”. Coinvolti, attenti e partecipi, oltre 200 alunni del plesso Tomaso Albinoni dell’istituto comprensivo Selvazzano 1 di Selvazzano Dentro (Padova) che hanno partecipato alla tappa numero 27 di #Accendiamoilrispetto contro il cyberbullismo, il progetto etico nelle scuole di Top Volley Latina in partnership con AbbVie, giunto ormai al quarto anno con oltre 9.500 studenti coinvolti complessivamente. Da questa stagione il ciclo di incontri nelle scuole è diventato nazionale visto che, oltre alle consuete tappe in provincia di Latina, Roma e nel resto della regione Lazio, la società pontina ha esteso il raggio d’azione anche nel nord, centro e sud Italia: Padova, Perugia e Lamezia Terme.

“Bisogna sensibilizzare i ragazzi e i loro genitori a questa problematica, nella scuola si può e si deve fare tanto” ha spiegato Daniele Sottile, capitano della Top Volley Latina. “Il rispetto delle regole è importantissimo, per quanto mi riguarda sono infastidito anche da chi semplicemente non utilizza gli appositi secchi dell’immondizia figuriamoci da comportamenti così scorretti come questi di violenza e di poca intelligenza” ha aggiunto Enrico Lazzaretto della Kioene Padova che è intervenuto insieme a Nicolò Bassanello, anche lui molto interessato alle testimonianze degli esperti che sono intervenuti.

Il Commissario Alberto Cattelan, della Questura di Padova, ha posto l’accento sulla dinamica del bullismo analizzandola in maniera completa mentre l’assessore allo sport del Comune di Padova ha parlato agli studenti in apertura puntando l’attenzione sul ruolo dello sport e sul rispetto delle regole. “Dobbiamo contrastare l’abbandono sportivo, si tratta di un fenomeno pericoloso che poi porta ripercussioni a lungo termine sulla vita dei ragazzi: esistono moltissime distrazioni e bisogna fare in modo che i giovani possano crescere secondo uno stile di vita corretto, inoltre nello sport vale il noi, questo è importante perché porta dei risultati con l’impegno di tutti”. Per AbbVie ha preso la parola Andrea Montecalvo, public affairs manager. “Oltre alle normali regole del buonsenso credo sia fondamentale conoscere la rete internet, come opportunità se usata con la testa ma anche come un rischio quando invece l’approccio che si ha non è corretto – ha aggiunto Montecalvo – il progetto #Accendiamoilrispetto è molto ampio e oltre a quello del cyberbullismo, nelle scuole parliamo anche di ambiente, nell’ottica del rispetto declinato a 360°, questo perché crediamo sia importante continuare ad avere un impatto significativo sulla vita delle persone e sulla comunità come per il risparmio dell’energia elettrica, altro tema che rientra nelle dinamiche di rispetto per come lo intendiamo”. L’evento è stato moderato da Giuseppe Baratta, dell’area comunicazione della Top Volley Latina, con la presenza di Danilo Cirelli, coordinatore del settore giovanile, Patrizia Cacciapuoti e Alberto Sordi della logistica, per il Kioene Padova erano presenti Alice Biasini, responsabile dei progetti scolastici, oltre a Lucrezia Maso della comunicazione. Per il Comune di Selvazzano dentro ha preso la parola il vice Sindaco Bruno Saponaro che, rivolgendosi direttamente agli studenti, li ha invitati a dialogare e rispettarsi.


Giuseppe Baratta
marketing and communication manager of Top Volley Latina
phone +39 335 8334331
phone2 +39 393 9634990
marketing@top-volley.it
Twitter @giuseppebaratta

Top Volley Latina
Italian volleyball Superlega team www.top-volley.it
operational headquarters
via Don Morosini 125 – 04100 Latina (ITALY)
phone +39 0773 284256 | fax +39 0773 284835

#Accendiamoilrispetto nelle scuole contro il cyberbullismo: tappa padovana per il progetto etico in partnership con AbbVie e la partecipazione di Sottile, Bassanello e Lazzaretto del Kioene Padova Giuseppe Baratta
Share This