LATINA – Al PalaBarbuto di Napoli la Top Volley Latina ha conquistato la seconda vittoria consecutiva, superando 3-1 l’Emma Villas Siena: un successo arrivato al termine di una battaglia di quasi due ore nella quale Stern è stato eletto MVP e si è anche confermato anche il miglior realizzatore del match con 19 punti. Nonostante questo, però, la vittoria è stata l’espressione della squadra, un gruppo che sta continuando a lavorare con l’obiettivo di centrare punti pesanti in chiave salvezza. “Con l’Emma Villas Siena abbiamo imposto con regolarità la pressione con la battuta, l’obiettivo è quello di migliorare sempre, lo stiamo facendo e fino a oggi i miglioramenti sulla fase break si sono visti, i numeri lo confermano – spiega Lorenzo Tubertini, coach della Top Volley Latina – indipendentemente dall’avversario che incontri in questo campionato devi rimanere concentrato in ogni momento: per come stanno andando le cose, la salvezza si potrebbe decidere addirittura con la differenza set e l’aver raccolto punti in queste partite è stato molto importante per noi”. Con 14 punti messi a segno, oltre a un grande lavoro in fase di ricezione (53% e zero errori), l’argentino Ezequiel Palacios è stato uno dei protagonisti a Napoli. “Sapevamo che sarebbe stata una partita difficile e nel secondo set loro hanno perso un po’ la concentrazione, noi siamo stati bravi e ne abbiamo approfittato, poi purtroppo nel terzo ci siamo lasciati scappare tante opportunità per chiudere subito la partita – spiega “Eze”, che in poche settimane ha fatto anche importanti progressi con l’italiano – Sapevamo che la partita con Siena si sarebbe decisa sui dettagli e nel quarto set abbiamo fatto un buon lavoro sia a muro sia in difesa, questo risultato è moto importante per noi che ci stiamo allenando e partita dopo partita stiamo migliorando l’intesa”. Poi lo schiacciatore argentino parla della squadra. “Qui sto bene e sono felice, i miei compagni mi stanno aiutando a crescere e prendere sempre maggiore confidenza con loro perché per me è tutto molto nuovo e voglio iniziare a sentirmi come in una famiglia, questo è importante per me – conclude Ezequiel – Sto lavorando e migliorando nella ricezione, poi al servizio ho battuto guardando il risultato e anche quello che facevano i miei compagni di squadra. Se mi piace giocare a Napoli? Perché no, poi sono un grande appassionato di calcio e sono un tifoso del Boca, so che in questa città il calcio è molto importante grazie a Diego Maradona”.
Comunicato stampa, coach Tubertini dopo le due vittorie consecutive: “Per come sta andando questo campionato, la salvezza si potrebbe decidere addirittura con la differenza set”. Palacios: “Qui sono felice” Giuseppe Baratta
Share This